Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Mense scolastiche, sanzionata la Serenissima

Stop alla plastica a scuola

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Una mela può costare cara. Anche mille euro se ammaccata. Tanto è costata alla società Serenissima, che gestisce il servizio mense scolastiche nel capoluogo. Le norme, in materia di somministrazione di cibo ai bambini, sono stringenti e la Serenissima ne sa qualcosa. Il conto da pagare, per effetto delle sanzioni applicate nel corso dell'anno dal Comune, è salato: 5.200 euro soltanto per il periodo compreso tra gennaio e febbraio. Nel frattempo Palazzo dei Priori, approvato lo schema di gara europea, sta per pubblicare il bando per individuare la ditta che dovrà gestire il servizio nei prossimi tre anni. L'importo a base d'asta è fissato, per ogni pasto, in 5,40 euro più iva, per un totale annuo di oltre un milione di euro (e per complessivi 3.240.000 euro per il triennio). "Anche nel prossimo disciplinare - spiega il dirigente Luigi Celestini - sono previste sanzioni elevate in caso di inademmpienze rispetto al contratto. Una multa di mille per una mela ammaccata può sembrare eccessiva, ma non dimentichiamoci che in ballo c'è la salute dei bambini".