Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rapinatore in fuga con il taxi, caccia al complice

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Rapina una banca e poi fugge in taxi. Ma il viaggio verso Napoli del malvivente si è interrotto al casello di Orte dove ad aspettarlo c'era uno sbarramento predisposto dalla compagnia dei carabinieri di Civita Castellana guidata dal maggiore Anna Patrono. Ora è caccia al complice sceso dal taxi prima del blocco. RAPINA UNA BANCA E FUGGE IN TAXI (Leggi qui) I militari si sono messi sulle tracce dei malviventi dopo che dalla Romagna era arrivata la segnalazione di un bandito - che aveva assaltato insieme a un complice una banca a Cesenatico - era in fuga su un taxi in transito sull'E45 e diretto a Napoli. Per arrivare in Campania quel veicolo dunque avrebbe dovuto passare per il casello di Orte e lì c'erano i carabinieri che lo hanno fermato e arrestato. Tutto è avvenuto alle 15 di lunedì, mentre la banca era stata rapinata alle 10.30 a Cesenatico. L'uomo arrestato - R. C. A. di origini milanesi - avrebbe assaltato la filiale per poi darsi alla fuga in taxi insieme al complice. Tuttavia dopo un po' i malviventi si sono divisi. Il bandito arrestato poi a Orte ha chiesto la disponibilità di un taxi per arrivare a Napoli. A quel punto avrebbe cambiato mezzo, mentre il complice, presumibilmente ha continuato il viaggio su mezzi pubblici (ma su questo punto sono in corso degli accertamenti). ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 19 LUGLIO E NELL'EDICOLA DIGITALE