Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Appicca un incendio vicino alla Cassia: "Volevo pulire"

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

 “Quella zona andava pulita” e così gli ha dato fuoco. Peccato che quelle fiamme hanno causato un pauroso incendio che ha incenerito ettari di terreno ai bordi della Cassia causando anche pesantissimi disagi alla circolazione. I carabinieri della Compagnia di Civita Castellana hanno arrestato nei giorni scorsi un cinquantenne di Campagnano per le ipotesi di reato di incendio doloso e interruzione di pubblico servizio. Il fermo è stato convalidato dal gip del tribunale di Viterbo che ha confermato la misura cautelare degli arresti domiciliari. I fatti sono avvenuti a Monterosi la scorsa settimana quando i vigili del fuoco sono stati impegnati per ore per spegnere un vasto incendio scoppiato in un campo incolto ai bordi della Cassia. A causa del fumo ci sono stati anche dei pensanti disagi alla circolazione. DENUNCIATO PER INCENDIO DOLOSO (Leggi qui) I carabinieri si sono subito attivati nelle indagini e già nelle ore successive avevano raccolto delle testimonianze. Alcune persone avevano notato un signore di mezza età appiccare il fuoco ai margini del campo. Grazie a un'attività informativa i carabinieri sono dunque risaliti al cinquantenne di Campagnano che messo alle strette avrebbe ammesso le sue responsabilità.