Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Il vitello scappa e provoca un incidente mortale, condannato l'allevatore

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Condannato per non aver custodito al meglio un vitello che poi è scappato provocando un incidente mortale. Ieri mattina il giudice monocratico Silvia Mattei ha inflitto 2 anni (pena sospesa) a un allevatore martano, R. F di 58 anni, finito a processo per omicidio colposo. In quel drammatico incidente, avvenuto la notte del 15 giugno del 2011, morì un quarantenne e padre che era alla guida della sua Audi A4 finita contro l'animale che aveva invaso la martana dopo essere scappato dal pascolo. Secondo la ricostruzione dei carabinieri, che si occuparono delle indagini, il vitello scappò dal terreno passando per un buco nella recinzione, poi attraversò un fosso che confinava con la proprietà dell'imputato per poi passare per una strada asfaltata e arrivare sulla martana dove fu investito dall'auto della vittima. Per l'accusa l'imputato avrebbe omesso il controllo del bestiame e la recinzione del terreno era rovinata in più punti, specialmente nel lato che confinava con il fosso. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 16 MARZO O NELL'EDICOLA DIGITALE