Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Evade dai domiciliari per pulire il giardino, assolto

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

E' finito davanti al giudice Rita Cialoni accusato di evasione per essere uscito di casa per pulire il viale condominiale, ma lunedì 6 marzo è arrivata la sentenza di assoluzione vista la particolare tenuità del fatto. L'imputato fu trovato fuori casa, il 12 aprile del 2013, durante uno dei controlli di routine dei carabinieri. I militari, secondo quanto riferito in aula da uno degli operanti, era all'esterno della sua abitazione in una zona residenziale con delle villette a schiera. In quel momento aveva una paletta e una scopa in mano e, secondo la testimonianza dei carabinieri, si dirigeva verso la strada pubblica. L'uomo riferì che stava pulendo il viale condominiale, fu portato un caserma e denunciato. Il pm alla fine della requisitoria aveva chiesto la pena di un anno. Il difensore (l'avvocato Fornaro) invece aveva sollecitato l'assoluzione visto che l'uomo aveva violato le disposizioni del gip solo per fare un lavoro “di pubblica utilità” per il condominio e che comunque quella era l'unica volta che veniva meno al divieto di uscire di casa. Motivazione tra 60 giorni.