Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sacrario sempre più terra di nessuno, la rabbia degli abitanti: “Adesso basta”

Degrado al Sacrario

Giorgio Palenga
  • a
  • a
  • a

A dichiarare colmo il rivoltante vaso delle emissioni umane (urina e vomito), sono gli abitanti di piazza del Sacrario, alle prese con il quotidiano e indecoroso spettacolo offerto dai frequentatori, in maggioranza extracomunitari, dell'area dietro il monumento ai Caduti. Complice l'assenza totale di illuminazione, dal tramonto fino a notte fonda e a volte anche fino all'alba, l'area è praticamente “ostaggio” di ubriaconi e sbandati, spesso residenti nelle vie circostanti. “Il copione si ripete pressoché ogni giorno - protestano gli abitanti - . Queste persone scambiano la strada per un gabinetto all'aperto. Le scalette che scendono da via Cairoli (nella foto) sono letteralmente annerite dall'urina. Per non parlare del vomito, del cattivo odore, dei rifiuti e delle bottiglie di birra vuote che ogni mattina accolgono chi abita o lavora nella zona. Cosa aspetta il Comune, a intervenire, magari iniziando a installare qualche lampione? (Servizio completo sul Corriere di Viterbo del 17 dicembre 2016 - COMPRA L'EDIZIONE DIGITALE)