Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Quaranta studenti in marcia verso San Pietro

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

 In marcia verso Roma. E' iniziata ieri mattina, sabato 23 aprile, la “passeggiata” (termine forse un po'  eufemistico) di 100 km degli studenti del Liceo scientifico lungo la via Francigena con destinazione piazza San Pietro, dove mercoledì è prevista l'udienza al cospetto di papa Francesco. Un'iniziativa, quella voluta dalla preside Maria Antonietta Bentivegna e ideata dalla prof di scienze motorie Alessandra Croci, per celebrare il Giubileo della Misericordia (e l'anno dei cammini indetto dal ministero dei Beni culturali), ma anche per far riscoprire ai ragazzi, oltre che territori e bellezze sconosciute, le gioie di una vita “off line”,  a contatto con la natura e la strada (nelle varie accezioni letterali e metaforiche del termine). “Un'esperienza, non solo di fede, che i ragazzi e i loro genitori difficilmente dimenticheranno”, spiega la dirigente scolastica. Quaranta i ragazzi del Ruffini, appartenenti alle classi prime e seconde, che hanno accettato la sfida di raggiungere a piedi la capitale percorrendo l'antica strada dei pellegrini. Al bando tablet e cellulari (possono essere utilizzati solo per scattare foto, mai per telefonare, nemmeno alle mamme), scarpe comode ai piedi, bastoncini da trekking e zaino in spalla: la lunga marcia del Ruffini è ha preso il via, tra due ali di sbandieratori, da piazza San Lorenzo, subito dopo il saluto delle autorità cittadine e la benedizione del vescovo Lino Fumagalli. A scortare gli studenti lungo il percorso un folto numero di volontari, appartenenti alle più svariate associazioni – dalla Croce Rossa alla Protezione civile – che hanno sposato con entusiasmo l'iniziativa del Ruffini. Cibo e bevande viaggeranno invece a bordo di pulmini. (servizio completo sul Corriere del 24 aprile 2016)