Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Assalto al portavalori, trovata l'auto dei banditi

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Proseguono le indagini sulla rapina al furgone portavalori di lunedì sera sulla superstrada all'imbocco con l'Aurelia bis (LEGGI qui). Proprio qui, al chilometro 25, è stata rinvenuta l'auto, una Bmw serie 3 touring, con la quale i banditi hanno assaltato il portavalori. All'interno i carabinieri avrebbero rinvenuto una pistola e un fucile, nonchè le due pistole sottratte ai vigilantes durante il colpo.  La ricostruzione del fatto. Sarebbero almeno tre i banditi che sono entrati in azione, col volto coperto e armati di fucili e pistole: prima, a bordo di un'auto, hanno tagliato la strada al portavalori, su cui viaggiavano due vigilantes della Securpol, poi hanno collocato un pacco sul cofano del portavalori. “Scendete o vi facciamo saltare in aria: questa è una bomba” hanno detto ai vigilantes, che sotto la minaccia delle armi sono stati costretti a scendere dal mezzo e sono stati disarmati. Una volta messi fuori gioco i vigilantes, i tre rapinatori si sono dedicati al furgone portavalori: hanno preso il bottino e si sono dati alla fuga. Il pacco messo sul cofano del furgone alla fine è risultato essere una “bufala”, ma per verificarlo è stato necessario l'intervento degli artificieri dei carabinieri, con il supporto dei vigili del fuoco. Con l'ausilio di un robottino è stato prelevato e aperto il pacco: non c'era nessun ordigno. A quanto pare dal furgone portavalori sarebbe stato trafugato oltre un milione di euro, ma il bottino è ancora da quantificare. Lo svincolo del Cinelli è stato riaperto al traffico solo verso le 21.30. Intervenuta anche una pattuglia della polizia.