Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"4 Ristoranti", la Tuscia protagonista su Sky

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Due locali del Viterbese saranno tra i protagonisti, martedì 26 gennaio, della trasmissione di su Sky Uno “4 ristoranti” condotta dallo chef Alessandro Borghese. L'appuntamento è per le ore 21.10, i locali in questione sono Da Ciccio alla Capannaccia (località Capannaccia, Acquapendente) e Da Gianfranco (Trevinano, Acquapendente). In gara con loro ci saranno l'Osteria da Pantalla (Pitigliano, Grosseto) e Duca di Orvieto (Orvieto). Chef Alessandro Borghese, uno dei volti più conosciuti e apprezzati della “televisione-gourmet”, per questa puntata (nona e penultima) della serie, ha voluto focalizzare l'attenzione sull'Etruria, terra di radici profonde e solide, sia storiche sia alimentari, cercando i suoi concorrenti nel novero delle trattorie familiari, un po' fuori mano, semplici e apprezzate prima di tutto dalla gente del luogo. E' così che sono stati selezionati Da Ciccio alla Capannaccia e Da Gianfranco. Per i ristoratori che partecipano alla gara l'investimento in termini di visibilità non è piccolo: gli ascolti di “4 Ristoranti” infatti sono cresciuti costantemente di puntata in puntata; rispetto all'esordio oggi sono più che triplicati (1 milione di spettatori per il settimo episodio). Vige il massimo riserbo sui menu proposti nel corso della trasmissione, che è stata registrata qualche settimana fa; la messa in onda tv esige che prima non trapeli nulla; è abbastanza evidente però che i concorrenti punteranno sui piatti tradizionali e sui prodotti del territorio. Il vincitore si potrà fregiare del titolo di “Migliore trattoria di confine”. Come funziona la gara. A turno i 4 locali ospiteranno gli altri concorrenti, proponendo loro un menu sul quale gli altri si dovranno pronunciare. Il verdetto finale sarà emesso da chef Alessandro Borghese, che decreterà il campione della puntata. “E' stata un'esperienza fantastica” commenta Daniele Polici, titolare di Ciccio alla Capannaccia, che aggiunge con grande modestia “tutto si poteva pensare, meno che una modesta trattoria di campagna potesse partecipare ad un programma nazionale”. Dettagli circa la trasmissione non possono essere divulgati, prima della messa in onda, ma Polici è categorico: “E' stata una gran bella avventura, poi l'esito non è importante, l'importante era partecipare”. I due ristoranti viterbesi in gara stasera su Sky Uno “in pillole”. Da Gianfranco. Trattoria tipica che si affaccia sulla piazzetta di Trevinano. La location è quella tipica della trattoria di provincia con tavoli e sedie di legno. Le pareti sono tappezzate di foto di ospiti illustri. Qui si fa tutto a mano e si punta soprattutto sulla pasta, sul cinghiale, sui pennuti alla griglia e sui dolci della casa. Da Ciccio alla Capannaccia. La cucina è casereccia, i prodotti sono tutti a chilometri zero, provenienti da Lazio, Umbria e Toscana. La Capannaccia è una trattoria come quelle di una volta, con cibo genuino ripreso dalla tradizione e ricette tramandate dal nonno di Elena.