Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Centro diurno per disabili gravi, il Comune cerca un nuovo gestore

default_image

Lia Saraca
  • a
  • a
  • a

Confermato il servizio del Centro diurno disabili gravi per il prossimo anno. Il progetto, inserito nel Piano sociale di Zona, è un servizio socio - sanitario che si sviluppa in due strutture socio - riabilitative e semiresidenziali. Conta una sede a Montefiascone e l'altra ad Acquapendente, dove vengono attuati gli interventi integrati e assistenziali, nonché quelli educativi, riabilitativi e d'integrazione sociale in genere, destinati ai soggetti di età compresa tra i quindici e i cinquantaquattro anni con disabilità psico - fisica del Distretto sociale Vt/1. Con l'avviso comunale, pubblicato il 28 dicembre scorso, si è aperta un'indagine di mercato per individuare gli operatori interessati alla gestione di questo servizio nella sede di Montefiascone. Non si prevede una procedura di gara e nemmeno graduatorie di merito. L'ambito è quello esplorativo con la finalità di cercare i soggetti idonei da poter poi invitare alla procedura negoziata. Al termine del procedimento in corso, inoltre, si svolge l'invito delle lettere, così da poter eseguire il sistema negoziato, mediante cottimo fiduciario.L'affidamento dell'attività, poi, viene aggiudicato utilizzando il criterio dell'offerta economicamente più vantaggiosa tra coloro che hanno inviato la propria offerta per l'affidamento dello sportello. Il progetto, dunque, rientra nel programma di realizzazione e potenziamento di servizi semi - residenziali diurni a carattere sovracomunale a favore dei disabili del distretto. La finalità è quella di mantenere l'utente nel proprio nucleo familiare. Tra gli obiettivi del servizio, c'è la promozione di iniziative per rimuovere situazioni di emarginazione, il potenziamento delle capacità degli utenti, l'importanza di fare nuove esperienze e la conquista di spazi d'autonomia. Infine, anche lo sviluppo delle competenze di comunicazione come strumento indispensabile sia per le dinamiche d'inserimento che per l'integrazione sociale. Il valore complessivo dell'investimento ammonta a euro 79.205,00. Nello specifico l'importo è così composto: euro 18,00/ora, oltre Iva, per l'assistenza agli utenti; euro 1.952,50/periodo di riferimento per laboratorio di cucina; euro 1.952,50/periodo di riferimento per servizio pulizia; euro 12.300,00/periodo di riferimento, per servizio di trasporto. Si tratta, quindi, di un'acquisizione del servizio in economia con la consultazione di almeno cinque operatori, secondo quanto previsto dalle disposizioni di legge e dal regolamento comunale. Per partecipare alla gara d'affidamento, infine, occorre possedere i requisiti d'idoneità professionale, oltre alla capacità tecnica ed economica. Il termine ultimo per l'invio delle domande presso gli uffici comunali e nell'apposito modulo è fissato per le ore 12 del 15 gennaio 2016.