Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Trovata con la refurtiva, denunciata

Esplora:
default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

I carabinieri della stazione di Capranica, a conclusione di una indagine condotta dallo scorso mese di maggio, hanno dato una risposta importante al fenomeno dei furti in abitazione. Dopo diversi mesi di accertamenti, escussione di testi e controlli incrociati hanno identificato e denunciato all'autorità giudiziaria una donna di origine rumena (48enne) per furto aggravato e continuato. La donna, secondo una nota diffusa dai carabinieri alla stampa, è stata ritenuta l'autrice di un furto in appartamento dello scorso 16 maggio nel corso del quale erano stati asportati vari oggetti in oro, denaro contante e diversi oggetti elettronici tra cui televisore, cellulari e computer. Nella circostanza a termine degli accertamenti i carabinieri, individuata la donna, hanno proceduto ad una perquisizione domiciliare nell'abitazione della stessa rinvenendo molta della refurtiva asportata in quell'occasione. Alla luce di ciò la donna è stata denunciata mentre gli oggetti sono stati restituiti alla proprietaria. Ora sono in atto ulteriori indagini per rinvenire il resto della refurtiva e verificare se la donna si fosse resa responsabile di ulteriori furti. Quello appena risolto infatti è soltanto un piccolo tassello di un mosaico molto più vasto stante l'elevato numero - ovviamente inferiore a quello dell'anno passato ma sempre rilevante - dei furti messi a segno nella provincia di Viterbo quest'anno da vari personaggi e anche da vere e proprie bande capaci, a volte, di agire simultaneamente.