Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Viterbese in trasferta ad Arezzo con la coca nascosta sotto il sedile dell'auto

Esplora:
default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

I carabinieri del nucleo operativo e radiomobile di Arezzo hanno tratto in arresto un 46enne, residente a Viterbo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e possesso di documenti d'identità contraffatti. Nel primo pomeriggio del 15 dicembre scorso i militari dell'Arma, nell'ambito di un servizio di controllo alla circolazione stradale fermavano una autovettura, alla cui guida vi era il 46enne, che esibiva agli operanti la patente di guida intestata ad altra persona, residente in provincia di Napoli. I carabinieri, da un attento controllo della patente, si accorgevano che il documento era contraffatto e decidevano di fare una perquisizione personale e sull'automezzo, rinvenendo in possesso dell'uomo, oltre alla patente, anche una carta d'identità contraffatta e una tessera sanitaria, intestate al medesimo soggetto, residente in provincia di Napoli e una carta d'identità, intestata ad un soggetto residente a Latina, anche questa contraffatta. La perquisizione sull'automezzo consentiva inoltre ai militari dell'Arma di rinvenire occultati sotto il sedile lato guida, 45 grammi di cocaina e un bilancino di precisione. L'arrestato è stato ristretto presso la camera di sicurezza della caserma carabinieri di Arezzo. Il giorno successivo l'autorità giudiziaria disponeva nei suoi confronti gli arresti domiciliari,in attesa del processo che si terrà il 23 dicembre.