Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Minacce e intimidazioni per farsi restituire il denaro, denunciati due uomini

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Aveva acquistato 3mila euro di merce a rate, salvo poi essere minacciato dal venditore per la restituzione in blocco dell'intera somma. Per questo un uomo si è rivolto alla polizia che, a conclusione di un'articolata attività di indagine, ha denunciato un viterbese di 46 anni e un romano di 42.  Il fatto è avvenuto nel capoluogo quando un artigiano, quarantatreenne viterbese,  si è rivolto ad una ditta di materiale edile per acquistare l'occorrente per la sua attività,  con la promessa di poter saldare il conto dilazionandolo. Ciononostante, trascorso poco tempo,  il titolare della ditta ha iniziato a pretendere il saldo del debito, opprimendo il malcapitato con continue minacce e pressanti richieste  telefoniche. Il venditore è arrivato persino a far intervenire un uomo romano per intimidire ed indurre il 43enne a pagare l'intera somma. L'artigiano dopo aver denunciato il fatto in Questura,  si è presentato all'appuntamento fissato con il creditore e l'uomo romano in un bar di Viterbo. E' qui che  gli uomini della sezione specializzata della squadra mobile,  a seguito di un mirato appostamento, hanno individuato i due soggetti denunciandoli all'Autorità Giudiziaria per esercizio arbitrario delle proprie ragioni.