Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Furti, i ladri rubano perfino le posate

default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Per fortuna, lasciano stare - vista anche la reazione dei carabinieri - i centri residenziali. In compenso, se la prendono con le abitazioni del centro. A Nepi, negli ultimi giorni, c'è stato qualcosa di “anomalo” dopo la relativa tregua seguita all'inseguimento in cui, gettandosi nel baratro, persero la vita due albanesi mentre un terzo, a quanto se ne sa, è sopravvissuto e, grazie a una rete di appoggi e connivenze, è tornato nel giro di poche ore nella sua patria. Di questi furti, ce n'è stato uno che, per qualche aspetto, è particolarmente anomalo e curioso. I ladri, infatti, sono entrati nell'abitazione e, dopo averla rovistata da cima a fondo, hanno dimostrato che, più che al denaro, miravano ad altro: alle suppellettili. La casa, infatti, è stata letteralmente ripulita; quadri, mobili, televisori, sono spariti. E, a seguire la stessa sorte, sono state anche le posate. Come se, a rubare, fosse stato qualche ladro bisognoso, a stretto giro di tempo, di procurarsi il necessario per arredare un appartamento. Magari, perchè doveva sposarsi. Le indagini, condotte dai carabinieri, vanno avanti. E, alle indagini, viene comunque associata una costante opera di prevenzione: che, a fronte di qualche furto subito, ne conta numerosi altri sventati. La reazione dell'Arma ai reati predatori è stata, infatti, delle più agguerrite. La blindatura del territorio “a maglia”, la rapidità con cui, dopo l'allarme, vengono istiuiti posti di blocco e posti di controllo volanti, unite ad altre strategie che, ancora adesso, sono rigorosamente top secret, hanno assicurato e assicurano, alla provincia, una copertura assai efficace. Copertura che, nella sua visibilità, è assai apprezzata dalla popolazione. Che osserva: dove serve, i carabinieri ci sono. A proposito di furti: continuano, sotto traccia, le sparizioni di attrezzi agricoli e di vario altro materiale dai capannoni, sparsi nelle campagne. Un tipo di furto che, il più delle volte, non viene nemmeno denunciato: i beni asportati, infatti, sono di valore spesso non ingente. Il fenomeno, comunque, disturba. Ha l'aria di un vero e proprio stillicidio. E chi, dopo avere effettuato dei lavori, si allontana dal proprio terreno, non può mai essere certo che, la notte, non vi avvengano delle “visite” non gradite. Tornando ai furti nelle abitazioni: a colpire, sono spesso bande eterogenee; e che, quando agiscono, lo fanno anche simultaneamente, in modo tale da rendere problematica una risposta tempestiva da parte delle varie forze di sicurezza dislocare sul territorio. Questo modus operandi, in altre parole, rischia di assicurare l'impunità in ai ladri molti casi.