Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ladri precipitati nel dirupo, il terzo uomo è in Albania

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Il lunedì successivo alla tragedia, avvenuta domenica, era già in Albania. Al contrario dei due connazionali che, nel corso di un inseguimento, sono morti nel baratro sotto Nepi, lui si è salvato. Sopravvissuto miracolosamente al volo, è riuscito a fuggire, tornando nella sua terra d'origine, nel giro di poche ore. A proteggerlo e aiutarlo, sarebbe stata una potente rete di complicità e connivenze. Il giallo, sarebbe stato risolto in tempi rapidi dai carabinieri che, in un primo momento, avevano effettuato delle ricerche, insieme ai vigili del fuoco, nel dirupo, profondo quaranta metri. LADRI PRECIPITANO NEL BURRONE (Leggi qui) IL RECUPERO DEI CORPI (Guarda le foto) Avevano anche trovato una impronta attribuita all'uomo. Poi, in seguito a una serie di attività info-investigative, si è saputo che l'uomo si era, nel giro di poche ore, rifugiato in Albania. Domenica sera, era a bordo della stessa auto piena di refurtiva che, intercettata dai carabinieri, si era data alla fuga, finendo per cacciarsi in un vicolo cieco. I tre, lasciata l'auto, si erano gettati nel vuoto. Due erano morti. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 29 NOVEMBRE O NELL'EDICOLA DIGITALE