Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Melma, sporcizia e parco chiuso: benvenuti a Villa Lante

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Magari la star inglese Jude Law, a settembre durante le sue giornate viterbesi tra il set di The Young Pope di Sorrentino e i tavolini del Magnamagna, avrebbe potuto farci un tweet o postare una foto su Instagram. Il degrado di Villa Lante, dove appunto il regista della Grande bellezza ha girato parte della serie, avrebbe avuto immediatamente una visibilità planetaria e magari svegliato il ministro e scrittore Dario Franceschini. A distanza di un anno e mezzo dalla visita a Viterbo del titolare dei beni culturali, infatti, del promesso rilancio del gioiello rinascimentale di Bagnaia non c'è traccia. In compenso, ci sono tracce sempre più evidenti di come l'Italia tratta i suoi monumenti: tappeti di foglie secche ovunque, alberi che cadono (quello caduto a inizio ottobre, un leccio, distrusse un metro e mezzo di fontana del Gambero), lavori in corso e zone inaccessibili (come il giardino dei limoni), fontane ricoperte di melma, zampilli guasti e, addirittura, il grande parco, quello ad accesso libero, chiuso a causa dei danni provocati dal maltempo (GUARDA le foto). (Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 12 novembre 2015 o sull'edicola digitale)