Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In aula la mozione di sfiducia, ma Michelini ancora per un anno può stare "tranquillo"

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

E' stato convocato per giovedì 12 alle 15.30 il Consiglio comunale chiesto dalle opposizioni. All'ordine del giorno la mozione di sfiducia al sindaco Michelini. Si tratterà però solo di un passaggio formale dato che la maggioranza non ha nessuna intenzione di andare a casa (la paura di tutti è di non essere rieletti) e quindi nessuno non la voterà nonostante il clima interno sia sempre alquanto avvelenato. L'amministrazione Michelini, da quanto è dato sapere, quest'anno può stare ancora tranquilla. Non mancheranno gli psicodrammi collettivi e le sceneggiate napoletane, ma nessuno affonderà il coltello nella piaga. I problemi seri cominceranno tra otto mesi, allo scoccare cioè del terzo compleanno, quando, in concomitanza con il nuovo bilancio di previsione, e avvicinandosi il 2017 - anno in cui tutti si metteranno in movimento in vista delle elezioni dell'anno successivo - qualche pezzo della maggioranza potrebbe davvero sfilarsi. (Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 31 ottobre 2015 o sull'edicola digitale)