Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Pullman Cotral guasti, studenti lasciati a piedi per tre giorni

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Il primo giorno hanno sopportato i disagi in silenzio: un guasto può capitare. Il secondo è cominciata a salire l'irritazione. Il terzo giorno, vale a dire mercoledì, è esplosa invece la rabbia. La rabbia è quella degli studenti della zona della Teverina (da Castiglione a Civitella) che frequentano le scuole superiori a Orvieto e che per il terzo giorno di fila sono stati costretti ad andare a prendere i figli con propri mezzi sulla rupe a causa dei disservizi del Cotral. Degli studenti e ovviamente dei loro genitori. “Non siamo disposti a tollerare altri disagi - racconta A. S., mamma di una ragazza di Castiglione in Teverina che frequenta il liceo artistico orvietano -. Domani (giovedì, ndr) alla fine delle lezioni voglio che davanti alle scuola di mia figlia ci sia il pullman del Cotral, visto che paghiamo le tasse e abbiamo diritto a un trasporto pubblico degno”. Sono circa un'ottantina gli studenti della Teverina che utilizzano quotidianamente i mezzi del Cotral per andare a scuola a Orvieto. Lunedì scorso, come detto, il primo intoppo.  (Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 24 settembre 2015 o sull'edicola digitale)