Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Escalation di incendi, nella Tuscia sono stati già 55

Esplora:
default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Mentre il caldo africano non accenna a diminuire, si può già effettuare una prima stima dei danni causati dagli incendi, che quest'anno, nel Lazio, rispetto al 2014 sono aumentati tra giugno e luglio del quattrocento per cento. I mezzi aerei, per fronteggiarli, si sono alzati in volo complessivamente oltre 500 volte. Nella Tuscia, secondo i dati resi noti dalla Regione, si contano fino ad oggi 55 incendi, l'ultimo a Faleria, dove, dopo il lungo intervento di giovedì, anche ieri i vigili del fuoco sono stati impegnati per ore per spegnere i focolai che ancora ardevano. Su questa vera e propria emergenza interviene il presidente della Regione Nicola Zingaretti: “Ringrazio i volontari della Protezione civile regionale che ogni giorno con passione e dedizione sono impegnati nelle attività di presidio, monitoraggio e contrasto agli incendi boschivi sul nostro territorio, tutti gli operatori del sistema di Protezione civile con vigili del fuoco, Corpo forestale e forze dell'ordine. E' necessario uno sforzo comune - conclude Zingaretti - per mettere in campo un'efficace azione di prevenzione e controllo, questo per contrastare l'emergenza del ripetersi di incendi che coinvolgono tutto il Lazio destando in tutti forti preoccupazioni”. In media, dall'inizio dell'estate, sono pervenute al numero verde della sala operativa unificata permanente della Regione circa 800 chiamate al giorno. Lo scorso anno il numero degli interventi di spegnimento da gennaio a settembre era stato di 1.210, quest'anno nei soli mesi di giugno e luglio è già superiore toccando quota 1.368. Inoltre, già nei primi giorni di agosto si registrano oltre 100 interventi al giorno che vedono impegnati, oltre ai vigili e alla Forestale, le associazioni di volontariato che quotidianamente impegnano almeno 400 volontari. Il contrasto agli incendi boschivi avviene anche dall'alto con l'impiego di 7 elicotteri della Protezione civile regionale, 3 elicotteri del Corpo forestale ed i Canadair dei vigili del fuoco. Nel mese di luglio la zona più colpita di tutta la Regione è stata la Bassa Pontina con 433 interventi nella provincia di Latina, seguita dalla provincia di Roma con 409, 142 a Frosinone e provincia, 55 come detto nella provincia di Viterbo e infine 13 a Rieti e provincia.