Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Lui è malato di cuore, lei ha l'Alzheimer: da fine mese saranno senza una casa

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Lui lavora saltuariamente, sempre meno da quando gli hanno applicato il quinto stand a causa dei suoi problemi alle arterie. Lei, casalinga, ha invece un principio di Alzheimer. Entrambi a partire dal 30 agosto saranno in mezzo a una strada. Da otto mesi circa, infatti, non pagano l'affitto e il padrone di casa li ha sfrattati. Marin Tudor, rumeno, e la sua compagna di Ronciglione, Ambra Perla Marcucci, lunedì 3 agosto 2015 sono andati a bussare in Comune per chiedere aiuto. “Ho bisogno di 400 euro per tornare in Romania e sistemare delle cose. Ho infatti vinto una causa e con i soldi che incasserò, voglio comprarmi un monolocale a Ronciglione. La risposta del sindaco alla mia richiesta? Venditi la macchina e la collana d'oro”, racconta l'uomo in lacrime, appena uscito insieme alla compagna dalla prefettura. “Siamo allo stremo - continua Tudor -. Io sto malissimo, la notte ho delle crisi respiratorie e in queste condizioni è difficile trovare un lavoro. Intanto mi accontenterei di una casa mia. Acquistarla è possibile ma devo assolutamente tornare a Bucarest entro la metà di agosto. Ho bisogno di 400 euro, il necessario per pagare la benzina della macchina, la stessa che il sindaco, dimostrando assoluta insensibilità, mi ha suggerito di vendere. Ma non dovrebbe essere il Comune ad aiutare persone ridotte alle disperazione?”.