Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Falsi tecnici Enel, decine di famiglie truffate

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Da un mese hanno visto raddoppiare la bolletta della luce, solo per essersi fidati di quei “falsi addetti Enel” che hanno bussato alla loro porta. “Si tratta - dice Antonio Nobili, responsabile provinciale della Confconsumatori - di una vera e propria piaga, abbiamo decine di casi di persone che si sono viste recapitare, da un mese all'altro la bolletta da un altro gestore con un aumento vertiginoso dei costi”. Purtroppo - stando a quanto affermano da Confconsumatori - la legge in questo momento non tutela il consumatore. “Spesso chi firma questi contratti, cambiando gestore - continua Nobili - poi si ritrova vincolato per almeno 3 mesi. E in questo tempo queste società mandano una serie di bollette con consumi presunti, che andrebbero poi conguagliate, ma spesso per riavere indietro i soldi i consumatori subiscono un vero e proprio calvario”. La tecnica utilizzata da questi falsi addetti Enel è sempre la stessa. Trovare un modo, una scusa, una storiella ben ingegnata, per farsi mostrare la bolletta. (Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 30 luglio 2015 o sull'edicola digitale)