Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Rubate di notte le rubinetterie all'Andosilla, è allarme sicurezza

default_image

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Dall'Andosilla, in piena notte, sono “sparite” le rubinetterie e i sindacati, di fronte a questo furto, lanciano l'allarme sicurezza. Pare che, la notte, nel nosocomio, non tutti gli ingressi vengano chiusi e che, in quello che resta aperto, non vi siano forme nè sistemi di vigilanza. Il che significa, tra l'altro, una particolare vulnerabilità dei pazienti, esposti ai raid dei ladri. I furti negli ospedali, specie se, sul comodino, si lasciano sveglie, orologi, computer portatili, radio, cellulari e altro, sono tutt'altro che infrequenti. Ma, qui, sembra d'essere in presenza di un colpo che, per modalità, è piuttosto complesso e richiede più persone e, soprattutto, una certa specializzazione. Un furto, questo, che allunga la lista dei colpi messi a segno nella cittadina, parte dei quali, in pieno giorno, nelle case lasciate temporaneamente vuote dagli inquilini, mentre escono per fare la spesa o per altre incombenze o, semplicemente, lasciano le proprie stanze sguarnite perchè debbono andare a lavorare. Un fenomeno che, da tempo, sta impegnando le forze dell'ordine.