Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Minaccia di ucciderefamiliari e avvocato

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Dall'ospedale psichiatrico giudiziario, dove è stato rinchiuso dopo una condanna per maltrattamenti e un processo in cui, a seguito di perizia, è stato dichiarato parzialmente incapace di intendere e di volere al momento del fatto, ha inviato una missiva ai suoi familiari, nella quale minaccia di uccidere loro e il suo avvocato. Oltre al padre, alla madre, alla sorella, al figlioletto e al marito di lei, minaccia anche di far morire il suo legale senza soffrire, e di avere dato mandato ad alcuni amici di seguirlo per toglierlo di mezzo. I due, dice, stanno seguendo l'avvocato già da un paio di settimane. Il caso, denunciato alla magistratura, ha fatto subito scattare un'inchiesta per minaccia grave. Le persone raggiunte dalla missiva, un testo di varie pagine ben scritte, vivono adesso nell'ansia. L'uomo, alcuni giorni prima di scrivere la lettera, sembra avesse aggredito altre due persone recluse nella sua stessa struttura. Avrebbe comunque ottenuto carta e penna per scrivere la sua lettera. L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 7 MAGGIO O NELL'EDICOLA DIGITALE