Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

I cittadini scoprono "il codice dei ladri", decine di citofoni marchiati nel centro storico

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Due segni vicino ai campanelli. In particolare una G o una L. Facile non farci caso, finché l'occhio di qualcuno non ci cade sopra. Una ricerca su internet ed ecco una possibile spiegazione: G starebbe per golut che in romeno significa vuoto, L per locuit che sta per abitata e dunque la G potrebbe essere un segnale per indicare che la casa è disabitata mentre L per dire che c'è qualcuno all'interno. Ad accorgersi dei segni vicino ai campanelli delle abitazioni che ricadono in diverse zone del centro storico di Montefiascone sono stati dei residenti di alcuni vicoli, insospettiti dalla comparsa di quelle incisioni presenti in tutte le abitazioni che si affacciano sulla strada. Ormai internet e i social network stanno diventando una forma di condivisione utile per condividere questo tipo di informazioni e online circolano diverse guide per “decifrare” il codice utilizzato dai topi di appartamento per segnalare gli obiettivi da colpire. Quello del G e della L è uno dei codici utilizzato dai ladri e ad essere marchiati sarebbero diversi citofoni di via delle Viole e delle vie parallele. (Servizio completo sul Corriere di Viterbo in edicola il 13 marzo 2015 o sull'edicola digitale)