Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Parla il ricercatore dell'Ingv: "Possibili terremoti fino al 9° grado della Scala Mercalli"

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

La paura della grande scossa distruttiva, resta alta nella zona dell'Alta Tuscia compresa tra San Lorenzo Nuovo e Castel Giorgio, interessata nei giorni scorsi da un interminabile sciame sismico. Una paura fondata, secondo il vulcanologo Giuseppe Mastrolorenzo, primo ricercatore dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), esperto di disastri e autore di numerose pubblicazioni su dinamica e termo-flumido dinamica di caldere vulcaniche.  Per Mastrolorenzo un evento sismico estremo nell'area vulsinea potrebbe addirittura superare il IX grado della scala Mercalli, che è lo stesso registrato nelle aree vicine all'epicentro del terremoto che nel 2016 ha distrutto Amatrice. Per approfondire leggi anche: Settanta scosse in 7 giorni Interpellato dal Corriere di Viterbo, chiarisce di parlare a titolo personale e non a nome dell'Ingv, ma in un documento dello scorso gennaio, in cui denunciava i rischi connessi a un progetto geotermico nella zona di Abbadia San Salvatore, ha evidenziato come il terremoto massimo atteso - in un'area estesa dal Monte Amiata alla zona del lago di Bolsena - possa avvicinarsi al 6° grado Richter.