Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Processo a Landolfi, salta la deposizione dell'esperto del Ris

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Nuova udienza in Corte d'assise per il processo ad Andrea Landolfi, accusato dell'omicidio della fidanzata Maria Sestina Arcuri, 26 anni, a Ronciglione la notte tra il 3 e il 4 febbraio del 2019. Saltata la testimonianza di un colonnello dei Ris per una questione tecnica, il pubblico ministero, Franco Pacifici ha chiesto un rinvio a causa della mancata deposizione e acquisizione della consulenza da parte dello specialista. Intorno alle 15 di ieri, in accordo con le parti, la Corte, presieduta dal giudice Gaetano Mautone, ha acconsentito a posticipare la deposizione dell'esperto, che dovrà relazionare solo riguardo ai rilievi effettuati tramite la tecnologia Laser Scanner, riportando lo stato dei luoghi. Nel corso del dibattimento sono stati sentiti anche 2 consulenti della Procura, i professori Mauro Bacci e Massimo Lancia dell'università di Perugia, che hanno riferito circa l'autopsia effettuata sul corpo della ragazza, alla presenza dell'avvocato Vincenzo Luccisano, difensore della famiglia della vittima. I medici legali hanno sostanzialmente confermato i contenuti presenti nella relazione redatta in precedenza. Il processo riprenderà il prossimo 25 giugno. Per approfondire leggi anche: La Corte non ammette il super testimone