Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Processo a Landolfi, la Corte non ammette il "super testimone"

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Il presunto supertestimone Claudio Cipollini resta fuori, per ora, dal processo ad Andrea Landolfi, l'ex pugile di 31 anni in carcere da settembre con l'accusa di aver ucciso la fidanzata Maria Sestina Arcuri nel febbraio del 2019. Cipollini, ex compagno di cella dell'imputato, il mese scorso riferì che il ragazzo gli aveva confessato l'omicidio della compagna. La Corte ha rigettato le richieste e la documentazione depositata al riguardo dal pm Franco Pacifici, stabilendo che allo stato attuale il supertestimone non verrà considerato tale. Eventualmente, si valuterà in seguito se tenerlo in considerazione oppure no. Ieri in aula sono comparsi i sanitari del 118 e i medici del pronto soccorso dell'ospedale Belcolle, chiamati a testimoniare sulle condizioni della ragazza al momento del loro arrivo in casa fino al trasferimento in ospedale.   Per approfondire leggi anche: La nonna di Andrea si costituisce parte civile