Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Edilizia, la ripartenza va meglio del previsto

Esplora:

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

E' ripartito molto meglio del previsto il settore dell'edilizia nella Tuscia. Tra tutte le attività che si sono rimesse in moto, è quella che probabilmente ha fatto registrare l'avvio più incoraggiante: le aziende che hanno ripreso a lavorare sono circa il 70 per cento. “Un dato - spiega Francesco Agostini, segretario provinciale della Filca Cisl – che potrebbe aumentare dalla prossima settimana per due motivi: la scadenza delle nove settimane di cassa integrazione Covid (vedremo quanti chiederanno una proroga) e gli incentivi stanziati dal governo per chi deve ristrutturare casa”. La situazione generale però non lascia tranquilli i sindacati, visto il periodo nero che viveva il settore già prima dell'arrivo del virus: “In pochi anni – dice sempre Agostini - abbiamo perso quasi il 60 per cento della forza lavoro, passando da cinquemila lavoratori occupati a meno di duemila. Con il 30 per cento delle aziende ancora ferme, il numero dei lavoratori attivi si è ridotto ulteriormente. Per superare questa crisi è necessario sbloccare subito le grandi opere. Per approfondire leggi anche: sugli-infortuni-allarmismo-infondato