Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

In tutta la Tuscia non si trovano le mascherine a 61 centesimi

Salvatore Menditto, presidente dell'Ordine provinciale dei farmacisti

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

In tutta la provincia di Viterbo introvabili le mascherine a 61 centesimi. “A quanto mi risulta le commesse della Protezione civile sono ferme alla dogana e noi non abbiamo mascherine da vendere - spiega Guido Scapigliati, amministratore della Francigena, che gestisce le due municipalizzate della Quercia e di Santa Barbara -. Le poche che abbiamo le utilizziamo per proteggere il nostro personale”. Per approfondire leggi anche: arcuri-prezzo-mascherine-restera-0-61-centesimi-giungla-speculatori-e-finita Nessuna delle farmacie interpellate dal Corriere ha attualmente mascherine in vendita: Montaboldi, Cappuccini a Viterbo, Filizzola a Civita Castellana, Multiservizi a Tarquinia. Da tutti la stessa risposta: i depositi sono vuoti e non si sa quando arriveranno. Unica eccezione la Pharmanepi. Il presidente dell'Ordine provinciale dei farmacisti, Salvatore Menditto non è in vena di polemiche con Arcuri: “Ha già risposto per tutta la categoria il nostro presidente nazionale, respingendo illazioni e sospetti nei nostri confronti. Una sola cosa posso dire: le mascherine non ci sono e non sappiamo quando arriveranno”.