Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus, sulla fornitura delle mascherine alla Regione un audio smentisce Leodori sulla polizza

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Coronavirus, sulla fornitura delle mascherine alla Regione un audio smentisce Leodori sulla polizza. Sulla fornitura delle mascherine alla Regione da parte di Eco Tech spunta un audio che smentirebbe il vicepresidente Leodori. Il quale, in audizione lunedì 20 aprile davanti alle commissioni grandi rischi e bilancio, aveva parlato dell'esistenza di una polizza assicurativa, emessa da Itc Broker, che metterebbe la Regione (che alla Eco Tech ha versato in anticipo 11 milioni) al riparo da qualsiasi brutta sorpresa. Le mascherine, come si sa, non sono infatti ancora arrivate. Nell'audio, registrato dal giornalista viterbese Paolo Gianlorenzo, lo stesso a cui lunedì è stato impedito di fare la diretta Facebook dell'audizione, e pubblicato sul sito etrurianews, uno dei protagonisti della vicenda sostiene di fatto che la polizza non esiste. Per approfondire leggi anche: Mascherine, la Regione non chiarisce “In seguito al rassicurante annuncio di Leodori - dice Gianlorenzo - siamo andati a verificare chi fosse questa società in grado di fornire in pochissimo tempo una garanzia da 11 milioni ad una piccola srl. Sul sito dell'Ivass, l'Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni, non c'era traccia di Itc Broker, mentre era presente una Itc International Broker srls avente due soci: Rosario e Gaetano Derine. Abbiamo contattato il primo, che ci ha tolto ogni dubbio: ‘Non conosco Eco Tech. Conosco invece la Exor, che mi ha chiamato per dirmi che aveva un cliente in difficoltà per una fideiussione. Pensavano che noi utilizzassimo i nostri normali mercati, le compagnie normali. Ma gli ho detto: ma chi te la fa? Certamente non te la faccio con la compagnia usuale, vediamo se c'è qualcuno che te la fa... Siccome avevo sentito che c'era una compagnia (Dhi Atlas Seguro), della quale conoscevo il titolare, che fa polizze in Italia, l'ho contattata. Inizialmente, si sono dimostrati disponibili, l'hanno anche quotata e la proposta è stata inviata a Eco Tech. A cui ho detto: questa è la polizza, se mi pagate il premio la possiamo fare. L'importo di garanzia della polizza era per una copertura globale di 10 milioni. Poi, però, la società assicuratrice ha letto i giornali e si è resa conto che avevano (Eco Tech, ndr) nascosto quello che stava accadendo e quindi si è spaventata e ha detto no: non mi voglio infilare in questo casino. Confermo - ancora Derine che parla con Gianlorenzo - che alla fine si è rifiutata. Abbiamo comunicato tutto alla Eco Tech e alla Regione. Anzi, ad Eco Tech abbiamo detto che potevamo trovare un'altra compagnia, ma hanno risposto che non gli interessava più e hanno preteso la restituzione dei soldi (che in questo caso, a differenza degli 11 milioni, è avvenuta). Ho mandato personalmente la comunicazione anche in Regione. L'hanno ricevuta ieri'”. “Dal racconto del socio della Itc International Broker - conclude Gianlorenzo - si evince che la famosa polizza che garantisce la Regione da qualsiasi brutta sorpresa non c'è”. Sulla vicenda è intervenuto il vicepresidente della Camera Fabio Rampelli (FdI), che, “venuto a conoscenza dell'inquietante audio che confermerebbe l'assenza della polizza”, ha annunciato una nuova interrogazione.