Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sindaci sceriffi, il prefetto Bruno avverte: "Si rischia l'abuso di potere"

Il prefetto Giovanni Bruno

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Il prefetto di Viterbo Giovanni Bruno ha letto alcune ordinanze di sindaci sull'obbligo di coprire naso e bocca in tutti i luoghi pubblici, e ha avvertito che così si rischia di esagerare. Ad esempio a Viterbo, dove il sindaco Arena ha scritto che “dall'8 aprile è obbligatorio tenere coperti naso e bocca, utilizzando qualunque mezzo, o, se disponibili, facendo uso di mascherine”. Oppure a Montefiascone, dove l'ordinanza recita, in esemplare stile burocratese: “(…) su tutto il territorio comunale di Montefiascone è fatto obbligo a chiunque, in movimento pedonale in luogo pubblico o aperto indistintamente al pubblico, di adottare tutte le misure precauzionali consentite atte a proteggere se stesso e gli altri dal contagio, indossando adeguati dispositivi di protezione (Dpi), che si sostanziano in mascherine, o, in subordine, qualunque altro idoneo indumento, a copertura di naso e bocca”. Al che, il prefetto interviene con una comunicazione: “Da parte di alcuni Comuni della provincia sono state adottate ordinanze con cui è imposto l'uso di mascherine o similari dispositivi di protezione individuale. Preme richiamare sollecitamente la particolare attenzione sulla circostanza che la disposizione non possa trovare legittima applicazione anche nei confronti dei dipendenti di altri uffici pubblici, diversi da quelli comunali, ma tuttavia presenti nei territori di rispettiva competenza. L'obbligo, così come sopra declinato, potrebbe concretare la fattispecie dell'abuso di potere”.