Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Trasversale, nessun progetto rispetta l'ambiente"

Annamaria Socciarelli
  • a
  • a
  • a

Il Movimento civico interviene sulla Trasversale Orte–Civitavecchia, e chiede alla Regione Lazio atti risolutivi nel rispetto dell'ambiente. “Allo stato attuale non ci sono progetti rispettosi dell'ambiente e della storia millenaria di questo territorio. L'ultimo tratto della Orte-Civitavecchia, quello che interesserà il nostro territorio, sembra ancora adesso una vicenda senza fine – dicono dal Movimento –. Ad oggi , dopo dieci lunghissimi anni, per lo scarso impegno da parte dei politici di riferimento territoriale, appare un argomento tutto da riscrivere, anche se in realtà avrebbe dovuto essere scritto già da parecchio tempo”. Per approfondire leggi anche: tarquinia trasversale orte-civitavecchia progetto ambiente tracciato movimento civico compatibile  Il Movimento civico si chiede come mai con ben tre progetti non si sia scelto quello più compatibile e rispettoso per l'ambiente e poi passa in rassegna i progetti per meglio farli conoscere ai cittadini: “Il tracciato verde, che interessa la valle del Mignone, prevede la realizzazione di ben 9 viadotti in piena Zona di protezione speciale (Zps) e su un terreno a grave rischio di alluvione. Il tracciato blu, che interessa la Valle del Ranchese, anch'essa in Zps, caratterizzata da viadotti e piloni e su un terreno che morfologicamente è caratterizzato da facili smottamenti. Infine, il tracciato viola che affianca l'attuale Aurelia bis e che attraversa l'area Unesco della necropoli di Tarquinia e proprio per tale ragione quasi la metà del suo percorso è stato progettato in galleria.