Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Incidente stradale a Viterbo, travolge uomo in scooter e poi fugge con il Suv. Caccia al pirata

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Incidente stradale, travolge uomo in scooter e scappa: caccia al pirata.E' stato tamponato e scaraventato a terra da un Suv che dopo pochi secondi è ripartito a tutta velocità. Vittima del pirata della strada un 65enne di Viterbo, Claudio Sbardella, dipendente di una ditta che si occupa di farmaci. Il fatto è accaduto giovedì 27 febbraio sera alle 21,30 al Poggino. “Ero da poco uscito dal lavoro e stavo andando a casa con lo scooter, all'altezza del bivio in via dell'industria un Suv non ha fatto lo stop e mi ha tamponato nella parte posteriore”, racconta il signor Sbardella. L'uomo è caduto a terra e i suoi occhiali sono volati via a diversi metri di distanza. “Ho notato l'auto fermarsi venti metri più avanti, poi poco dopo ha accelerato dirigendosi dall'altra parte del Poggino. Non sono riuscito a prendere la targa perché senza gli occhiali, di notte, non vedevo praticamente nulla”, ha aggiunto. Leggi anche: Donna investita mentre attraversava la strada al Pilastro A quel punto il 65enne è rimasto a terra, dolorante, e sotto la pioggia. “Sono stato soccorso da alcuni passanti, ma nel frattempo, nonostante le difficoltà ero riuscito a chiamare il 112 e poco dopo sono arrivati i sanitari del 118 che mi hanno trasportato al pronto soccorso".  Lì è stato curato per alcune contusioni agli arti e al petto giudicate guaribili in dieci giorni. Nel frattempo l'uomo ha presentato querela ai carabinieri che si stanno occupando delle indagini per identificare l'automobilista che era al volante del Suv che rischia di essere incriminato per omissione di soccorso e lesioni stradali. La denuncia permetterà ai militari di poter acquisire i filmati delle telecamere di sorveglianza che sono presenti nell'area. Ci sono diverse aziende e attività commerciali che hanno dei sistemi di controllo video, inoltre nella zona ci sono anche delle stazioni di servizio. Il 65enne è riuscito a dare una descrizione sommaria dell'auto: si tratta di un Suv di colore scuro. Non ha visto la persona al volante perché al momento dell'impatto sono volati via gli occhiali. “Se si fermava non succedeva nulla, facevamo il Cid”, dice Turbata anche la moglie, la signora Tiziana Cappelli, infermiera in pensione: “Ma è mai possibile che nel 2020 in grado di lasciare a terra una persona senza preoccuparsi delle sue condizioni?”.