Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Muore in un incidente imprenditore edile di 53 anni

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Incidente mortale nel pomeriggio di mercoledì 28 maggio sulla Cimina tra il bivio per San al Martino e quello per Canepina all'altezza del bivio per Fiersole. Morto un piccolo imprenditore edile di 53 anni, Massimo Scardozzi, che era alla guida di una delle due auto coinvolte nello schianto. L'incidente è avvenuto intorno alle 16 nei pressi di una curva. L'asfalto era viscido, in alcuni tratti semighiacciato addirittura, e, da quello che emerge sembra proprio questa la causa dell'incidente. Secondo una prima ricostruazione la vittima, che era alla guida di un furgoncino Peugeout Ranch grigio, ha perso il controllo del mezzo invadendo la corsia opposta dove sopraggiungeva una Bmw X3, sempre grigia, condotta da un avvocato viterbese di 53 anni. L'impatto frontale è stato inevitabile. E devastante. Massimo Scardozzi è rimasto incastrato nelle lamiere contorte della sua auto. E' spirato prima dell'arrivo dei soccorsi. Sul posto sono arrivati i vigili del fuoco - che hanno dovuto lavorare a lungo per estrarre il corpo dall'auto - ed i sanitari del 118 che hanno tentato, invano, tutte le operazioni di rianimazione, per poi dichiarare il decesso dell'uomo.