Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Bimbo perse testicolo, prosciolti chirurgo e pediatra

default_image

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

C'era stata l'opposizione dei genitori del piccolo alla richiesta di archiviazione del pm. Ma il giudice Franca Marinelli, sciogliendo le riserve, ha detto sì all'archiviazione, sul presupposto della correttezza dell'operato dei due medici indagati, un chirurgo ginecologo e una pediatra. I medici, in servizio a Belcolle, erano assistiti dagli avvocati Marco Russo (la pediatra) e Marco Valerio Mazzatosta (il chirurgo). Il piccolo, venuto alla luce a Belcolle, aveva subìto l'asportazione di un testicolo. Per i genitori del piccolo, la gravissima menomazione, lungi dall'essere dipesa da una fatalità, poteva implicare dei profili di colpa professionale da parte dei due medici. La verità su questo caso delicato  era stata cercata, durante le indagini, attraverso consulenze e perizie affidate, tra l'altro, a specialisti di chiara fama. E' emerso che, a causare le lesioni, sarebbe stato un problema legato al varicocele e a una torsione che, inevitabilmente, aveva provocato la necrosi dei tessuti e la necessità dell'asportazione. In altre parole, quello che è successo non sarebbe stato, purtroppo, possibile evitarlo.