Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, la strada interrotta continua a dividere Civita Castellana da Castel Sant'Elia

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Dopo l'appello lanciato nei giorni scorsi all'amministrazione provinciale di Viterbo da parte del sindaco di Castel Sant'Elia Vincenzo Girolami, per una rapida riapertura della strada che collega il suo Comune a Civita Castellana, interviene sulla delicata questione anche il sindaco Caprioli. Troppo tempo è già trascorso per la messa in sicurezza del traffico veicolare e i disagi non solo per i castellesi, ma anche per i civitonici, sono davvero tanti sia in termini di tempo che economici. “Dopo numerose chiamate e contatti - scrive il sindaco Caprioli alla Provincia -, ho deciso di scrivere in merito alla chiusura della strada provinciale N77 Castel Sant'Elia. L'interruzione al traffico veicolare risale ormai al 18 ottobre scorso, dalle informazioni acquisite, per causa del distaccamento di alcuni massi ma ancora ad una fase di progettazione dell'intervento. Molte sono le criticità conseguenziali del fatto. La strada in esame è infatti percorsa da molti cittadini residenti a Castel Sant'Elia, che si dirigono verso Civita Castellana; rappresenta il collegamento viario per molte attività produttive di eccellenza, comportando a queste ultime, un ulteriore problema logistico: il reperimento di materie prime, il trasporto del prodotto finito e gli stessi dipendenti, costretti a percorrere più chilometri e fronteggiare più spese per arrivare sul posto di lavoro”. “Altro problema fondamentale - previsa Caprioli -, riguarda i soccorsi, che partendo dall'ospedale Andosilla di Civita Castellana per raggiungere Castel Sant'Elia, devono utilizzare percorsi alternativi che gravano i tempi di percorrenza. La questione riveste carattere di estrema urgenza e per questo chiediamo un abbattimento dei tempi ed un maggiore sforzo da parte della Provincia, che dovrebbe intervenire con estrema urgenza, al fine di ripristinare quanto prima la fruibilità, anche parziale, del collegamento viario”. Per fare il punto sullo stato del cantiere e sulla durata dei lavori necessari per sistemare e mettere in sicurezza il tratto stradale, colpito dagli smottamenti dopo le piogge copiose di questo periodo invernale, è stato proposto a stretto giro, su indicazione del sindaco di Castel Sant'Elia Girolami, un incontro in prefettura, allargato agli imprenditori della zona industriale di Castel Sant'Elia, ai rappresentanti sindacali dei lavoratori, ai Comuni interessati di Castello e Civita, di Nepi e della Valle del Treja, alle forze dell'ordine e alla Protezione civile.