Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Carnevale Martano, via alle sfilate

Esplora:

Domenica e il prossimo 23 febbraio grande festa con i carri allegoric

Danilo Piovani
  • a
  • a
  • a

La tradizione è stata rispettata e Marta si appresta quindi a festeggiare il Carnevale Martano organizzato dall'Associazione culturale “Marta senza confini”, non nuova a queste iniziative e a tante altre volte al sociale ed alla beneficienza. Sarà una festa per tutti, grandi e bambini, nei due appuntamenti domenicali, quelli di domenica e del 23 febbraio, quando per l'occasione verranno allestiti dei carri allegorici di carnevale riguardanti  “La carica dei 101, “Il mondo dei ragni”, “Il serpente cobra”. Chiunque voglia partecipare è invitato a presentarsi al raduno del corteo munito di maschera idonea al tema prescelto, oppure con qualsiasi altra maschera di suo gradimento, per fare festa insieme. C'è curiosità e interesse per queste iniziative proposte da “Marta senza confini”, che nel periodo natalizio ha organizzato una grande festa con tanto di Babbo Natale e una raccolta di giocattoli per i bambini della Sardegna colpiti dal nubifragio dei mesi scorsi. Iniziativa quest'ultima all'insegna della solidarietà, accolta da tutta la popolazione con soddisfazione e partecipazione. Il paese di Marta è l'unico in tutta Italia dove il Carnevale inizia dopo la festa del patrono, San Biagio Vescovoe Martire, che ricade ogni 3 febbraio. La motivazione di tutto ciò si riallaccia al Voto alla Madonna, che la popolazione fece nel lontano 2 febbraio del 1703. "Era il giorno della candelora del 1703 intorno all'ora diciotto e mezza", come risulta dai registri storici dell'archivio di Marta, e la gente del posto era tutta riunita in chiesa per prendere la candela benedetta. Grande paura ebbero i cittadini di Marta in quel lontano 2 febbraio, quando avvertirono un forte terremoto, che fece vittime e danni in tutta Italia, in particolar modo (sembra un tragico destino) nella città dell'Aquila dove si registrarono più di tremila morti. Anche i paesi del circondario subirono danni, solo Marta uscì indenne da questo drammatico evento e la cosa fece gridare al miracolo. La popolazione di allora, per grazia ricevuta, fece quindi voto che negli anni a venire il Carnevale sarebbe iniziato il 3 di febbraio, giorno in cui a Martasi celebra il Santo Patrono San Biagio, tradizione rispettata fino ai giorni nostri. Grande entusiasmo soprattutto tra le mamme del posto, alla ricerca dei costumi da far indossare nei due appuntamenti carnascialeschi ai propri figli. E saranno proprio loro, i bambini, i protagonisti del Carnevale Martano, accompagnati dai genitori dietro i carri, tra suoni di trombette, scherzi e lazzi, tempo permettendo ovviamente. Le vie e le piazze di Marta saranno ricoperte dauna miriade di stelle filanti e coriandoli; con la speranza di tutti di rivedere su uno dei carri che sfilerà quella simpatica e comica banda musicale che negli anni passati, usando strani strumenti e musiche divertenti, allietò i due appuntamenti del Carnevale Martano all'insegna di un sano “fai da te” che piace molto al popolo.