Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Viterbo, il sindaco Arena cambia idea e restituisce il ruolo di vice a Contardo

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Enrico Contardo riacquista i gradi di vicesindaco e a Palazzo dei Priori scoppia la pace, almeno in apparenza. Il primo cittadino Giovanni Arena ha aspettato il periodo natalizio per restituire all'assessore leghista l'incarico che gli aveva tolto a inizio novembre dopo un aspro scontro divampato nel corso di una riunione di giunta. Un gesto clamoroso, quello del primo cittadino, solitamente non incline a strappi e azioni così impulsive, che aveva fatto subito nascere sospetti e dietrologie su un'eventuale complicità, o concorso esterno, della Lega. Per approfondire leggi anche: Arena rimuove Contardo E' del 16 dicembre scorso il decreto con cui Arena, nel più assoluto silenzio, ha conferito di nuovo l'incarico all'assessore al bilancio. “Con Contardo i contrasti sono stati risolti. Nei giorni scorsi abbiamo partecipato insieme ad alcune iniziative come la piantumazione degli alberi, e tra noi si è ricostituito un clima di fiducia reciproca", spiega il sindaco, che comunque ha lasciato decantare la situazione per diverse settimane prima di firmare l'atto. “Sarà la Lega - aveva detto infatti Arena all'indomani del chiarimento avuto con l'esponente salviniano - a decidere se riconfermare o meno Contardo”. Per approfondire leggi anche: "Pronto a ridare la delega a Contardo" Il temporeggiare del primo cittadino aveva quindi fatto insorgere nuovi sospetti sull'esistenza di possibili attriti all'interno del partito che detiene la golden share dell'attuale maggioranza a Palazzo dei Priori, e di contrasti tra Contardo e il luogotenente viterbese di Salvini, il senatore Umberto Fusco. Il reintegro di Contardo, che comunque ha continuato in questi mesi a ricoprire il ruolo di assessore, sembra quindi diradare questi sospetti. Sembra. Perché, stando ai bene informati, dopo il risultato non esaltante conseguito alle provinciali, il clima in casa Lega non sarebbe dei più idilliaci, ma tant'è. A originare lo strappo tra sindaco e vice erano stati, ricordiamo, dei presunti giudizi non proprio lusinghieri espressi da Contardo, il quale da parte sua ha sempre smentito, nei confronti di Arena durante una riunione del centrodestra. Giudizi che qualche malalingua in servizio permanente effettivo a Palazzo dei Priori era andato a spifferare al primo cittadino, provocandone l'ira funesta, poi esplosa durante una riunione di giunta nei giorni successivi. Per alcune settimane c'è stata un po' di diffidenza tra i due poi, come detto, Arena ha deciso di dimenticare tutto restituendo il ruolo di vice all'assessore salviniano, chiudendo, per ora, una questione che rischiava di minare la stabilità dell'amministrazione.