Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Da due anni senza lavoro si toglie la vita impiccandosi ad un albero

default_image

Il corpo è stato trovato dai familiariin una macchia fuori del paese. Inutili i soccorsi

Andrea Niccolini
  • a
  • a
  • a

Quando l'hanno soccorso non c'era più nulla da fare. Secondo gli investigatori, la ragione che l'aveva spinto a uscire di casa, a raggiungere un albero nelle campagne di Pescia Romana e a impiccarsi, era la mancanza di lavoro. A.P., 52 anni, ex dipendente della cartiera di Tuscania, da due anni non lavorava più. Sarebbe stata, appunto, la mancanza di un lavoro a fargli vedere nero il futuro, e a dargli l'impressione che, per lui, non ci fosse più speranza. Il fatto, che ha scosso e turbato profondamente la popolazione di Pescia Romana, è avvenuto domenica sera. Nulla di scritto - secondo quanto è stato finora reso noto - è stato lasciato dall'uomo. Uscito di casa, si sarebbe tolto la vita non lontano dall'abitazione. I familiari, non vedendolo tornare per cena, si sono allarmati e sono uscitia cercarlo. Non c'è voluto molto, purtroppo, per trovarsi di fronte alla verità. L'allarme, lanciato dai vicini che, sembra, erano stati richiamati dalle urla di disperazione che provenivano dall'area del suicidio, ha fatto convergere sul posto soccorritori e carabinieri. Dal punto di vista sanitario, però, non c'era più niente da fare.