Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Talete, i sindacati chiedono chiarezza

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Un tavolo di confronto con le parti sociali per fare chiarezza sulla situazione finanziaria di Talete e sugli investimenti da realizzare. A sollecitarlo, chiamando in causa il presidente dell'Ato e della Provincia Pietro Nocchi, è il segretario generale della Cisl di Viterbo Fortunato Mannino alla luce delle ultime vicende che hanno riguardato la società delle acque, a cominciare dallo slittamento degli stipendi. “Le dichiarazioni del consigliere Giuseppe Fraticelli, che conosciamo come persona schietta e perbene, ci preoccupano molto. Ci preoccupa soprattutto questa ricapitalizzazione da 40 milioni di euro che andrebbe a ricadere sui comuni soci e quindi sui cittadini - afferma Mannino -. Un'operazione di questo tipo deve essere oggetto di confronto e per questo invitiamo il presidente dell'Ato a farsi subito promotore di un tavolo”. A Fraticelli Mannino ricorda inoltre che, al di là dei furbi, i cittadini un sacrificio per Talete lo stanno già facendo avendo subito due rincari delle tariffe: “A fronte di un servizio scarsamente efficiente, di una dispersione superiore al 50%, di una situazione finanziaria a preoccupante riteniamo che sia giunto il momento della chiarezza”.