Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Concussione: assolti due poliziotti della Stradale

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Sul loro capo pendeva la pesante accusa di concussione per aver chiesto 300 euro - accontentandosi poi di 90 euro - ad un trasportatore tedesco, per ‘chiudere un occhio' sulle irregolarità al Codice della strada riscontrate durante un controllo nei pressi del casello autostradale di Orte. Una ricostruzione ‘datata' agosto 2007 e smentita dal tribunale di Viterbo che, accogliendo anche il punto di vista della pubblica accusa, ha assolto con formula piena due soprintendenti capo della polizia stradale di Terni, entrambi ternani di 60 e 49 anni. Decisione che restituisce un po' di serenità ai poliziotti, difesi dagli avvocati Loris Mattrella e Luigi Fiocchi. “Almeno quella sì - osserva l'avvocato Mattrella - anche se le rispettive carriere lavorative hanno risentito, in termini di avanzamenti, del procedimento avviato anni or sono. Ora valuteremo se e quali azioni intraprendere, dopo aver letto le motivazioni del collegio giudicante”. I due agenti della Polstrada sono tuttora in servizio ed operativi presso la sezione di Terni.