Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Chiede informazioni e poi deruba il parroco

Esplora:
default_image

Beatrice Masci
  • a
  • a
  • a

“Scusi, potrebbe indicarmi l'abitazione del parroco?”. Questo aveva chiesto un uomo a una signora incontrata in piazza Maggiore, a Castiglione in Teverina. Poco dopo a casa del parroco viene messo a segno il furto di un portafoglio.E' successo il 14 aprile di due anni fa e ieri, in tribunale, si è svolta la prima udienza del processo a carico dell'uomo identificato come colui che aveva chiesto informazioni in piazza Maggiore.  E' stato ascoltato il il comandante della locale stazione dei carabinieri Fabio Ceccarelli, il quale ha raccontato gli eventi. Le telecamere posizionate in piazza Maggiore confermarono il racconto della donna. L'uomo viaggiava a bordo di un'auto noleggiata a Montevarchi di Arezzo. Il presunto ladro è di Sirmione. Tramite le telecamere i carabinieri sono risaliti all'autonoleggio di Montevarchi. In aula anche il titolare del noleggio che ha identificato l'uomo tramite la patente di guida, si tratta di un algerino residente sul lago di Garda. Tramite la foto anche don Camillo, all'epoca dei fatti, aveva riconosciuto l'uomo che si era presentato a casa sua.