Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Si scava sul passato di Andrea

Andrea Landolfi, accusato di omicidio

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Gli inquirenti adesso scavano nel passato di Andrea Landolfi, il fidanzato di Maria Sestina Arcuri, la ragazza morta un ventina di giorni fa dopo una presunta caduta dalle scale nell'abitazione della nonna di lui a Ronciglione. Nei giorni scorsi è venuto alla luce un particolare sul passato del ragazzo romano attualmente indagato dalla procura di Viterbo per omicidio volontario: è stato oggetto in passato di una denuncia per molestie e maltrattamenti, presentata nel 2015 da un'ex fidanzata. Da quel processo è uscito assolto perché il fatto non sussiste circa quattro mesi fa proprio nel periodo in cui la storia d'amore con la ragazza di Nocara diventava ufficiale. A “Chi l'ha visto”, tramite i verbali del processo, è stata ripercorsa la vicenda che avrebbe Andrea come protagonista delle continue e ripetute prepotenze fisiche e psicologiche nei confronti di quella ragazza. I suoi sbalzi d'umore sfociavano spesso in attacchi di rabbia ingiustificata verso persone e cose, reazioni sconsiderate verso la ragazza e palesate manie suicide. In una delle occasioni in cui la partner tentava di calmarlo, come viene raccontato dal programma di Rai Tre, Andrea avrebbe iniziato a picchiarla, strappandole qualche ciocca di capelli e mordendola al naso. La giovane, recatasi al pronto soccorso, non ha voluto però coinvolgerlo, dichiarando di essersi procurata da sola ferite ed ematomi. Il ragazzo ha poi chiesto perdono, giurando di farsi aiutare, ma poi tutto era precipitato di nuovo. Una serie continua di avvicinamenti e presunte molestie. Fino alla denuncia di lei, per poi concedergli un'ulteriore ultima chance e tentare di ritirare la querela. Il processo è però proseguito d'ufficio, fino a novembre scorso, lasciando Andrea con un casellario giudiziario pulito, eccezion fatta per un procedimento relativo a guida in stato d'ebbrezza. “Ciò che conta è la sentenza – ha commentato l'avvocato dell'indagato, Luca Cococcia - chi ha sporto denuncia ha avuto una percezione differente dalla realtà. La persona offesa denuncia, i tribunali decidono”. Un episodio aggressivo da parte di Andrea, a quanto racconta William, il fratello di Sestina, si era verificato anche a Natale, quando lei lo aveva portato a conoscere la famiglia. Lui avrebbe aggredito verbalmente alcuni amici d'infanzia della giovane. Anche la sera della morte, dal racconto di Andrea, ci sarebbe stata una discussione per gelosia con la fidanzata, per uno sguardo di troppo che il trentenne avrebbe dedicato alla cameriera del pub di Ronciglione dove avevano trascorso la serata. I genitori della parrucchiera, ora vogliono risposte certe. Anche Sestina aveva provato ad aiutare quel ragazzo?