Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Aggredito in discoteca, aggressori ripresi con i telefonini

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Si sta per chiudere il cerchio intorno agli autori della brutale aggressione avvenuta la settimana scorsa in una discoteca di Viterbo. Nelle denunce presentate dalla vittima, un 22enne, si parla di quattro persone provenienti da alcuni comuni della provincia e in questo senso, da quello che si è appreso, si starebbero per indirizzare le indagini della squadra mobile. Gli accertamenti sarebbero a buon punto: gli agenti avrebbero raccolto già diverse testimonianze e avrebbero in mano anche foto e video girati con i telefonini. Si procede con l'ipotesi di reato di lesioni gravissime. Infatti il ragazzo, dopo l'aggressione è finito a Belcolle ed ha subito un primo intervento di chirurgia maxillo-facciale, tanto che in un primo momento è stato impossibile per gli inquirenti ascoltarlo. Dovrà comunque subire un secondo intervento e rischia di perdere la vista a causa del distacco della retina causato dalle ferite subite. "SEI UN FROCIO" E LO AGGREDISCONO (Leggi qui) Secondo la ricostruzione emersa in questa prima fase dell'indagine, la vittima dell'aggressione stava ballando con un amico quando sarebbe stato avvicinato dal branco. “Sei solo un frocio”, gli avrebbero urlato, sarebbe dunque nata una prima discussione placata dai buttafuori, poi uno degli aggressori in un secondo momento si sarebbe avvicinato di nuovo al 22enne sferrandogli un pugno e provocando una profondissima ferita sotto allo zigomo, vicino all'occhio. Secondo una delle ipotesi l'aggressore chiudeva nel pugno una chiave o comunque un oggetto tagliente che ha “sfregiato” il volto della vittima. E' stata presentata una querela e come detto, oltre alle testimonianze, in mano degli inquirenti ci sarebbero anche foto e video acquisiti dagli smartphone di alcuni testimoni. ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 6 APRILE E NELL'EDICOLA DIGITALE