Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Prima accoltella lei, poi si dà fuocosi indaga per tentato omicidio

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Resiste nella camera iperventilata in attesa di un trasferimento verso un centro per grandi ustionati a Genova. Lotta tra la vita e la morte l'uomo di 43 anni, R. P., che sabato scorso si è dato fuoco dopo aver accoltellato una donna cinquantenne del posto. E' ancora ricoverato nel reparto grandi ustionati dell'ospedale Sant'Eugenio di Roma dove è arrivato, con l'eliambulanza, sabato scorso con ustioni sul 90 per cento del corpo. La donna invece, vittima di una doppia aggressione con il coltello, è stata tenuta in osservazione all'ospedale Belcolle di Viterbo. "TANTO MI UCCIDO", IL GRIDO PRIMA DI DARSI FUOCO (Leggi qui) IL CAMPO DOVE E' AVVENUTA L'AGGRESSIONE (guarda le foto) Intanto sta andando avanti l'indagine affidata ai carabinieri della stazione di Tuscania, gli stessi che con il loro prontissimo intervento - erano stati chiamati mentre l'uomo aveva aggredito una prima volta la donna con il coltello - hanno, per ora, salvato la vita al 43enne. Ieri è stata formalizzata dalla Procura - il titolare del fascicolo è il pm Renzo Petroselli - l'ipotesi di reato per la quale si indaga. Come ampiamente previsto si ipotizza il tentato omicidio. L'ARTICOLO COMPLETO SUL CORRIERE DI VITERBO DEL 19 MAGGIO O NELL'EDICOLA DIGITALE