Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+
In evidenza

Nocchi compra le mascherine dalla ditta di un consigliere comunale

Esplora:
Pietro Nocchi

Evandro Ceccarelli
  • a
  • a
  • a

Mascherine prodotte da un'azienda amica e a un prezzo superiore al normale. L'accusa rivolta a Pietro Nocchi è pesante: per l'associazione A testa alta, il sindaco di Capranica e presidente della Provincia avrebbe favorito la ditta Comoflex, di cui è proprietario il consigliere comunale Riccardo Morera, vicino a Nocchi; l'impresa di Morera in piena emergenza coronavirus ha fabbricato delle mascherine, che poi sarebbero state vendute, al Comune a sud di Viterbo e ad altri enti locali, a un prezzo superiore a quello imposto dal governo. In soldoni, per l'associazione capranichese si tratterebbe di favoritismo, di conflitto di interessi e di cattivo uso di denaro pubblico. Ma Nocchi risponde alle accuse punto per punto: “Un attacco brutto e fuori luogo: la piccola fabbrica del consigliere Riccardo Morera ad aprile ha dato un servizio alla comunità, quando nessuna impresa lavorava e quindi mancavano i supporti di protezione".