Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Busta bomba a Viterbo, era indirizzata a Francesco Chiricozzi condannato per lo stupro nel pub di Casapound

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

La busta bomba intercettata a Ronciglione era indirizzata a Francesco Chiricozzi, condannato per lo stupro nel pub di Casapound. E' quanto è emerso dalle indagini sui pacchi esplosivi arrivati nella Tuscia: uno è esploso in mano a una signora di Fabrica di Roma martedì 10 marzo, l'altro, quello appunto indirizzato a Chiricozzi, è stato intercettato nel centro di smistamento delle poste a Ronciglione. Leggi anche: Esplode busta, ferita una donna a Fabrica La busta aveva come mittente l'avvocato Marco Valerio Mazzatosta che nel processo ha difeso l'altro imputato, Riccardo Licci. Tuttavia il nome non era completo e non c'era l'indirizzo, per questo gli addetti si sono insospettiti anche notando l'anomala busta gialla. Probabilmente lo squilibrato che sta terrorizzando il lazio con queste lettere esplosive ha fatto confusione leggendo uno dei centinaia di articoli usciti sulla vicenda. Sul fatto indagano i carabinieri, mentre a Roma la Procura ha aperto un'indagine per atti di terrorismo e lesioni personali. Nei giorni scorsi nella capitale sono state recapitate quattro lettere bomba che hanno ferito un portiere di Ponte Milvio e tre donne. Altre lettere sono state intercettate a Tivoli, Castel Madama e Fiumicino.