Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Coronavirus: "Nessun contagio ad Acquapendente e nei comuni limitrofi". Rinviata la sfilata di carnevale

default_image

Paolo Di Basilio
  • a
  • a
  • a

Nessun caso di Coronavirus ad Acquapendente e nei comuni limitrofi. Il dato ufficiale arriva dall'amministrazione comunale di Acquapendente che nella giornata di lunedì 24 febbraio ha deciso di chiudere le scuole (anche per martedì 25) in via precauzionale dopo che un'infermiera di Sorano che lavora a Piacenza, risultata positiva al test del coronavirus e attualmente sotto controllo nel Nord Italia, ha comunicato di essere stata il 15 e 16 febbraio nelle zone di Sorano e Proceno. Sui social si erano diffuse notizie di contagi così l'amministrazione ha deciso di diramare un comunicato su Facebook. Per approfondire leggi anche: Infermiera con il Coronavirus, chiuse le scuole Questo il testo: "A smentita di alcune voci che si stanno diffondendo via social, ribadiamo che al momento nessuna persona risulta contagiata da coronavirus, né ad Acquapendente né nei comuni circostanti. Questo deve essere chiaro! Sono sotto osservazione sanitaria alcune persone nei comuni di Sorano e Proceno, che sono i parenti stretti, cioè le persone che sono state più a diretto contatto con l'infermiera che lavora a Piacenza, che è risultata positiva al virus. Questa persona è venuta nelle nostre zone il 15 e il 16 febbraio ed è risultata positiva il giorno 23, dopo il suo ritorno a Piacenza. Responsabilmente ha informato i parenti del fatto, i quali, altrettanto responsabilmente, hanno comunicato la cosa alle autorità competenti, mettendosi a disposizione. Da qui sono scattate le procedure di prevenzione previste nelle due Regioni. Sono sotto osservazione le persone che sono state più a diretto contatto, essendo quanto mai problematico farlo con il resto della popolazione. Rimaniamo in attesa degli sviluppi confidando nella negatività del responso. Rivolgiamo ai cittadini due raccomandazioni: adottare nei comportamenti individuali le misure di prevenzione e profilassi indicate dall'autorità sanitaria regionale, che riportiamo; fare riferimento all'informazione prodotta nei canali istituzionali, prendendo con cautela, nel merito e nei toni usati, le notizie riportate da altri mezzi di informazione, che comunicano in modo non sempre responsabile rispetto a una situazione che richiede precisione, verifica delle fonti, prudenza e cautela. Diffidate sempre delle “voci” e dei “si dice”. Continueremo il nostro lavoro di informazione anche nei prossimi giorni, se e quando ci saranno notizie o raccomandazioni da comunicare. Per eventuali comunicazioni con l'amministrazione comunale scrivere a [email protected] Raccomandiamo anche in questo caso utilità e responsabilità". Per approfondire leggi anche: Coronavirus, salta il pranzo del Purgatorio Nella serata di lunedì 25 febbraio è arrivata anche la notizia dell'annullamento del Carnevale: "Il Comune e l'Associazione Pro Loco di Acquapendente, in attesa dell'esito degli accertamenti sanitari in corso, e analogamente ad altre manifestazioni del territorio, a fini precauzionali hanno concordato la decisione di rimandare la terza uscita del Carnevale Aquesiano, prevista per martedì 25 febbraio 2020, a data da destinarsi. Ci auguriamo che possa avvenire presto".