Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Benzinaio denuncia gestore petrolifero

Roberto Minelli
  • a
  • a
  • a

Il titolare viterbese di un distributore di benzina ha denunciato alla Finanza una società di Milano che opera come gestore per conto di un colosso petrolifero americano per appropriazione indebita e tentata estorsione. Al centro della denuncia, il contratto che era stato fatto stipulare al titolare della pompa di benzina. Un contratto di associazione in partecipazione la quale, per l'accusa, veniva poi destituita di ogni contenuto nel senso che, poi, si finiva per essere in balia delle decisioni della società milanese. Questa denuncia - va detto - si inserisce in un fenomeno a carattere nazionale. La società, infatti, gestisce circa settecento distributori. Gli associati, secondo la denuncia, sarebbero stati, a poco a poco, messi in difficoltà fin quasi a essere ridotti sul lastrico. Inoltre, veniva fatta firmare una fideiussione per somme ben più consistenti di quelle che, in caso di mancato rispetto degli accordi sui pagamenti, la società sarebbe venuta a perdere. Nel caso del distributore viterbese, in particolare, questa fideiussione sarebbe passata gradualmente da 30 a 198.000 euro.