Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tiro al piccione, la Lipu contro il Comune

Beatrice Masci
  • a
  • a
  • a

Dopo il metodo Bird - Control (scaccio con rapaci) e le misure di contenimento tramite reti o impianti dissuasori per volatili dannosi, il Comune di Orte ha varato di recente una delibera di giunta, contenente nuovi provvedimenti per contrastare la presenza di colombi, attraverso l'impiego di gabbie trappola in città e del fucile in ambito rurale. In città si ricorrerà esclusivamente ai metodi ecologici di contenimento numerico dei colombi, da realizzare in tempi medio lunghi con delle gabbie trappola selettiva in vivo, attivate con esca alimentare. In ambito rurale è invece è ammesso l'uso del fucile di calibro non superiore al 12 o con carabina ad aria compressa. Tutto questo si è reso necessario perché ormai, la massiccia presenza di colombi o piccioni in città. Ma com'era prevedibile, questi nuovi provvedimenti, hanno scatenato le associazioni animaliste, così la delegazione Lipu di Viterbo e il Comitato associazioni animaliste viterbesi, hanno già cominciato a criticare il provvedimento che la Giunta comunale di Orte vuole utilizzare per l'emergenza piccioni, definendoli: “metodi drastici con ricorso ad armi da fuoco”.